lunedì 29 agosto 2016

Solidarietà e cordoglio per i terremotati

"Ogni terremoto di una certa energia può generare una sorta di 'effetto domino'. La faglia che si è messa in movimento finisce inevitabilmente per caricare di energia alcune delle faglie vicine, che a loro volta potranno liberare l'energia accumulata in un terremoto. Ma il dove e il quando questo possa avvenire è imprevedibile." Warner Marzocchi, dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) ha sottolineato questo concetto, che riprendiamo nella speranza che non arrivi un altro disastro. 

In questo caso, Infogratis, non vuole avere la pretesa di spiegare o di capire e prevedere. Ci anima un  profondo cordoglio per chi è tragicamente scomparso in questa catastrofe. Intendiamo esprimere la nostra vicinanza raccomandando ai nostri lettori di mandare sms al numero per gli aiuti 45500

mercoledì 10 agosto 2016

Informazione, gossip e novità globali

Nella settimana che precede ferragosto ed in quella successiva, sarebbe inutilmente presuntuoso fare consulenza come in un periodo normale. Le aziende sono chiuse, i lavoratori in ferie, imprenditori a ristorarsi, professionisti a recuperare, persino coloro che contano veramente, come presidenti, premier, primi ministri, capi di stato e segretari generali si prendono una pausa, pronti a tornare al lavoro in caso di emergenza, ma qualche giorno di libertà provano a concederselo.
Non vuole essere un giudizio critico, anzi la critica è rivolta a quei sostenitori di lavoro sempre, comunque, ovunque, quella produttività maniacale inumana che non è condivisibile.

Il resto dell'unanità che riposa, in questo periodo ha quindi diritto ai suoi 5 minuti di gossip, al quale partecipiamo con piacere.

I potenti della terra in vacanza: 

Il presidente degli Usa Barack Obama, con il solito stuolo di guardie del corpo, ha raggiunto la residenza delle vacanze nell'isola di Martha's Vineyard, nel Massachusetts. Lo attendono giornate in famiglia, senza Sasha rimasta in città a lavorare in un ristorante, tra pesca e golf. 
Angela Merkel apprezza ancora una volta l'Italia. Dopo la Pasqua a Ischia, riposo d'agosto in Val Venosta. L'inquilino dell'Eliseo, Francois Hollande Hollande, invece resta nel suo paese, pochi giorni di relax sulle sponde del lago di Sainte-Croix, nel Sud. David Cameron uscito dal 10 di Downing Street è arrivato in Corsica, Vladimir Putin sembra sia passato per Porto Ercole sull'Argentario, sul leader cinese Xi Jinping, nessuna notizia, si presume per ragioni di sicurezza.

E poi ci sono i VIP nostrani:

In questo caso alcuni li conosciamo per aver, negli anni, lungamente frequentato la TV o altri palcoscenici popolari come gli stadi, ma ci sono VIP di cui non abbiamo la minima idea chi siano e cosa fanno. Very important person in vacanza negli States: Torrisi (?), Colombari, Chiabotto, Katia e Ascanio (?), Michela Coppa (?). Guendalina Canessa e Pietro Aradori (??), la showgirl e lo sportivo stanno viaggiando on the road in una sorta di luna di miele romantica. Romanticismo e studio per la ex Miss Italia Cristina Chiabotto e il fidanzato fabio Fulco. Relax e vacanze in compagnia per Martina Colombari, compagna di Costacurta, con la famiglia e gli amici. A Miami ci sono gli habitué Katia Pedrotti e Ascanio Pacelli che trascorrono le vacanze con i figli e gli amici tra serate trasgressive e pomeriggi al sole. Felice come una bambina Laura Torrisi che qualche giorno fa cinguettava: “E poi finalmente arriva quel giorno in cui riesci ad esaudire uno dei tuoi sogni più grandi: quello di riuscire a portare la tua famiglia  a vedere un po' di mondo!”. Infine c'è Michela Coppa che posta foto dalla collina di Hollywood. 

Sicuro che hanno soldi da spendere, ma per chi sarebbero "very important" se non per loro stessi?



VIP totalmente sconosciuti:
Gianluca Vacchi e la sua estate esagerata. Ha compiuto 49 anni e festeggiato l’evento con una “sobria” festa sul terrazzo della sua villa in Costa Smeralda: lui era irreprensibile in smoking, la fidanzata Giorgia Gabriele perfettamente in tinta con lui. Vi chiederete: Vacchi chi? Domanda che avrebbe potuto funzionare qualche mese fa. Vacchi, imprenditore ramo bustine (imprenditore di ricchezza per così dire riflessa: a far fortuna è stato il padre, che nel 1963 rilevò l’IMA, l’Industria Macchine Automatiche), ora il figlio su Instagram, viaggia verso i tre milioni di followers.

Paola Caruso e il mistero della foto senza ombelico: "Uomini frustati e cornuti, donne invidiose". Per le eccessive critiche l’ex isolana si è infuriata e ha voluto utilizzare Instagram per spiegare quanto in realtà sarebbe successo. Ipse dixit “Forse ho usato un filtro sbagliato o non ho messo a fuoco la foto ma ecco ditemi dove sta Photoshop il mio ombelico è lì e si vede. Massa di rosiconi uomini frustrati che odiano le belle donne perché forse cornuti e massa di donne cattive invidiose Perché la natura è stata avversa nei loro riguardi." 
Sicuramente bella e VIP, ma non un'opinionista od una raffinata pensatrice, ed allora  la sua opinione a chi interessa?


Simona Salvemini in gran forma in bikini. L’ex gieffina, 39 anni, è in vacanza in Puglia con il fidanzato Luca. 

Ludovica Valli annuncia su Instagram: 'Io e Fabio Ferrara abbiamo deciso di prenderci una pausa'. L'ex tronista è tornata single dopo l'avventura a Temptation Island. Tra lei e Fabio Ferrara dopo la fine del programma non ha funzionato nonostante.


Infine i reali (ricchissimi ma che non contano poi molto):
Beatrice di York torna single, finita con Dave Clarke. La primogenita di Andrea d'Inghilterra e il fidanzato si lasciano dopo dieci anni d'amore. «Si sono chiesti perché non fossero sposati e hanno deciso di prendersi una pausa», ha rivelato una fonte vicina alla coppia. Poi l'addio definitivo, di comune accordo. «Ma resteranno amici».
Nel frattempo, Alberto e Charlène di Montecarlo salutano l'estate con un picnic tradizionale insieme ai gemelli, Victoria di Svezia e Daniel Westling annunciano di aspettare un bambino, William d'Inghilterra racconta che la sua Kate Middleton è una mamma meravigliosa e Carl Philip di Svezia e Sofia Hellqvist sfilano mano nella mano alla cerimonia di apertura del Parlamento, in un altro regno il principe Haakon e la moglie Mette-Marit, sovrani di Norvegia, si dilettano tra salsicce all griglia e tiri al pallone durante una visita nella provincia di Akershus. Banale.

Questi "VIPS" si stanno godendo una bella estate e noi rosiconi, cornuti, invidiosi e popolani, siamo veramente contenti per loro. Essere o non essere, l'importante ormai è Apparire e saresti un grande. Per questo motivo non metteremo le loro foto in questo pezzo. 










giovedì 4 agosto 2016

Il fascino del vintage

In un periodo di cattivo gusto anglofono, dove un ambiente per trovarsi diventa una location, una festa un party, e dove il rientro di capitali fatti fuggire all'estero, viene definito voluntary disclosure, abbiamo maturato una certa passione per antiche e superate parole del nostro vocabolario che non vogliamo definire vintage ma suggestive. Suonano bene anci spesso suonano meglio delle loro moderne alternative.

Se invece di sballarsi o di sbronzarsi, le persone iniziassero ad 1) obnubilarsi: offuscare/indebolire la capacità di vedere o di comprendere, con maggiore attenzione per arrivare alla soglia dell'allegria e non oltrepassarla, il risultato sarebbe più interessante.

E' 2) lapalissiano: di cosa o fatto, del tutto evidente, scontato, che se hai maggiore fascino perchè meno obnubilato sei anche più attraente, ma non sempre essere 3) meditabondo: assorto, immerso in meditazione, rende misterioso, a volte e nel momento giusto altrimenti rischi di sembrare costruito più che ricercato.
E' un 4) granciporro: errore madornale, credere di poter ingannare con un comportamento troppo studiato, perchè per 5) ammaliare: affascinare, sedurre, incantare, conta avere una propria personalità  ed un comportamento 6) forbito: elegante, accurato; anche eccessivamente lezioso.
Invece spesso tutto è 7) frusto: logoro, liso, consunto, perchè poco sofisticato in quanto spesso è imitazione di qualcosa che non si potrebbe essere, un seduttore.

Abbiamo anche il piacere di 8) girandolare: girare qua e là senza un fine determinato, girellare, aggirarsi, e diventa 9) pleonastico: ridondante, ribadire questo concetto in continuazione.

Tra le parole poco usate ci piaccione infine molto anche:

10) trasecolare: rimanere sbalordito e sconcertato, allibire
11) apostrofare: assalire qualcuno con discorsi concitati, con tono deciso e brusco
12) ramanzina: lungo rimprovero, paternale
13) luculliano: abbondante e raffinato
14)
vattelapesca: chi lo sa, vallo a sapere


Possiamo vivere quindi senza text, chat, mess, con qualcuno o qualcuna, anzi meglio se le parliamo e riusciamo nel mentre a divertirla, interessarla e incuriosirla, altrimenti sareste solo dei pirla.

mercoledì 27 luglio 2016

Infortunio del dipendente non è reato se esperto e formato in sicurezza

Un lavoratore, soggetto particolarmente esperto di sicurezza sul lavoro, tanto da essere nominato responsabile della sicurezza dei lavoratori della sua azienda, decide, forse per fare più in fretta, o comunque incautamente, di fare un lavoro con meno attenzione del necessario, e prendendosi il rischio capita l'infortunio grave, ovviamente datore di lavoro, e responsabili, vengono indagati e poi anche condannati in appello.
La sentenza di primo grado, nell’assolvere i due imputati, osservava come la causa dell’infortunio fosse da addebitare esclusivamente al dipendente, che avrebbe adottato un comportamento “negligente, avventato, imprudente ed abnorme”, mentre la Corte d’Appello avrebbe ribaltato tale pronuncia con un evidente cambiamento nella valutazione dei fatti e delle prove.
Ed il tema arriva, come logico in Cassazione che pronuncia l'annullamento senza rinvio, che assolve i ricorrenti perché il fatto non costituisce reato.
La Corte di Cassazione, nell’accogliere il ricorso ed annullare senza provvedere al rinvio la sentenza impugnata, riconosce l’insussistenza dell’elemento soggettivo in capo agli imputati.

Cosa sarebbe capitato in questo caso: un elettricista esperto cui era stato affidato un lavoro da svolgersi attraverso un elevatore e con una serie di strumenti di protezione di cui era stato correttamente dotato; il lavoratore, soggetto particolarmente esperto di sicurezza sul lavoro, “tanto da essere nominato responsabile della sicurezza dei lavoratori della sua azienda, decide, forse per fare più in fretta, o comunque incautamente, di salire sul tetto per meglio posizionare i fili, percorre il tratto ricoperto da sottili lastre di eternit, che inevitabilmente si sfondano, e precipita al suolo”.
Ad avviso della Corte “nessun rimprovero può muoversi ai responsabili aziendali, in quanto gli stessi si sono legittimamente fidati della professionalità del soggetto cui aveva affidato il lavoro da compiersi”.

Si sottolinea infine un passaggio importante, la Cassazione osserva che “la radicale riforma, in appello, di una sentenza di assoluzione non può essere basata su valutazioni semplicemente diverse dello stesso compendio probatorio, qualificate da pari o persino minore razionalità e plausibilità rispetto a quelle sviluppate dalla sentenza di primo grado, ma deve fondarsi su elementi dotati di effettiva e scardinante efficacia persuasiva, in grado di vanificare ogni ragionevole dubbio immanente nella delineata situazione di conflitto valutativo delle prove. Va ricordato, infatti, che il giudizio di condanna presuppone la certezza processuale della colpevolezza, mentre all'assoluzione deve pervenirsi in tutti quei casi in cui vi sia la semplice "non certezza" - e, dunque, anche il "ragionevole dubbio" sulla colpevolezza.